Contesto

... estetica assoluta ottenendo quella sinfonia cromatica che sola può dare allo spettacolo lo stato d’ animo ambientale-musicale
concludendo la scenosintesi nega alla scenografia qualsiasi scopo di illustrazione episodica verista affermando la necessità di servirsi di tutte realtà d’ ambiente per creare gli elementi essenziali della sensibilità immaginativa
scenodinamica
la scenodinamica architettura spaziale degli elementi esistenti nell’ atmosfera scenica luminosa mira a rinnovare radicalmente lo spettacolo scenico per il teatro all’ aperto dell’ arena di verona
distruggere la vecchia scenografia statica pesante opprimente fino all’ esasperazione con il predominio dell’ elemento elettrodinamico
sopprimere il boccascena anche se parziale ridonando al teatro all’ aperto la sua prima inconfondibile fisionomia di teatro aperto
sostituire il palcoscenico tradizionale inteso come dimensione cubica incastrata nel fondo dell’ arena con l’ atmosfera scenica centrale ottenendo la irradiazione centrifuga dell’ azione scenica su infiniti angoli visuali ed emotivi
sopprimere l’ angolo visuale prospettico fisso che tenendo schiava l’ azione scenica del punto di vista limita ed incatena ogni ulteriore sviluppo dell’ azione teatrale
giungere alla realizzazione dello spazioscenico polidimensionale futurista con la creazione del cerchioscenico o palco scenico centrale che per la sua speciale ubicazione nell’ arena può permettere la ...

contenuto in:

Marinetti, Filippo Tommaso; Ambrosi, Alfredo; Anselmi, Piero; Aschieri, Bruno; Bertozzi, Renzo; Di Bosso, Renato; Scurto, Ignazio; Tomba, Ernesto Amos (1932)

MANIFESTO FUTURISTA PER LA SCENOGRAFIA DEL TEATRO LIRICO ALL’APERTO ALL’ARENA DI VERONA - vedi testo